Genialando minimamente Set14

Tags

Related Posts

Share This

Genialando minimamente

VIVALOWCOST:

Troppo pop per essere rock, ma troppo rock per essere pop; troppo melodici per essere indie, ma troppo indie per essere commerciali; troppo ironici per essere seri, ma troppo seri per essere demenziali: questo e molto altro sono i GENIALANDO MINIMAMENTE.

La band milanese confeziona il suo secondo album dal titolo “Genialando Minimamente” con dodici canzoni dirette che spaziano dal rock melodico e intimo al punk aspro e caustico. Il modo di scrittura riflette una forte urgenza comunicativa che, al contempo, vuole divertire, suggerire, stimolare, addolcire.gm7b

Uscito nell’aprile 2012, l’album arriva tredici anni dopo l’uscita del loro primo album. Puntano molto sull’entusiasmo, trasmettono la voglia di cantare; il primo brano “Romantico” ha un sound rock con un ritornello accattivante, molto melodico. La dedica alla loro città arriva al secondo brano: “Milano“, appunto. Su un ritmo rock setato, si muovono le parole che descrivono una città che aliena, una città che è “incubo di sè stessa”, una città “provinciale e depressa”. Il sound si fa più nervoso in “Aldilà di noi“, con dei riff che aiutano a spiegare lentamente i luoghi e i personaggi del racconto.

Il ritmo continua a essere martellante in “La ginnastica“. Il sound ed il testo si fondono in un mix esplosivo che trascina l’ascoltatore verso uno spettro sonoro e narrativo di sicuro impatto.

Genialando minimamente ha potenziale, è potente ed è una gran band che può.